SIAMO ALLE SOLITE: UNA PERSONA IN CARROZZINA CON LA MADRE RESTANO BLOCCATI PER ORE NELLA METRO DI ROMA E NON POTEVANO PIU' USCIRNE

Martedì, 6 Giugno, 2017

La foto è di un morto che viene portato fuori da una stazione della metro, anche per questa volta il disabile è solo rimasto bloccato per ore sottoterra, abbiamo usato provocatoriamente perchè forse è quanto deve avvenire per porre attenzione adeguata all'accessibilità dei trasporti da parte di ATAC e COMUNE DI ROMA.

«Il servizio montascale della stazione Flaminio metro A non è disponibile per guasto tecnico. Siamo spiacenti». Questa è la laconica risposta ricevuta da Luca (in sedia a rotelle) e da sua madre Anna Rita, che hanno trascorso sottoterra tra le stazioni Cornelia e Flaminio oltre 4 ore, i quali hanno avuto tutto il tempo di fare video e foto per documentare questo inaccettabile disagio ancora nel 2017 !!! Purtroppo che ATAC Roma non pone un minimo di attenzione alle persone disabili, forse sarebbe meglio dire.... ai suoi utenti tutti,  ma oramai è cosa risaputa che è un tema che non arricchisce i manager ATAC con lauti compensi. Pensate.... solo noi di HANDIAMO ci abbiamo provato per una decina di anni, ma dal Sindaco Veltroni ad oggi nulla è cambiato... SILENZI, solo e soltanto silenzi su questi temi, nessun cambiamento.

Rassegnarsi allo scoramento più totale.... leggendo la risposta data dall'Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici del Comune. Nell'ultimo aggiornamento del report sulla "mobilità per i disabili", si legge che «le condizioni di accessibilità alle stazioni della metropolitana e delle ferrovie metropolitane, non raggiungono gli stessi standard per le varie linee» ...MA VA'....

Focus sulla metro A sulle accessibilità per DISABILI-ANZIANI-GENITORI CON PASSEGGNI...: soltanto 12 delle 27 fermate della tratta rossa, meno della metà, sono dotate di ascensori abilitati al trasporto di queste persone.

In altre 13, che però in parte ricomprendono le 12 con gli elevatori, Atac certifica la presenza di montascale. Ma alla prova dei fatti quasi mai utilizzabili perchè guasti e non verificati da manutenzione costante, la prova dei fatti sta nell'odissea patita da Luca.
La sua storia è finita prima in un esposto presentato ai carabinieri dalla Onlus Ylenia e gli amici speciali, che diventerà carta straccia o da wc. 

Chiedere un incontro ad Atac sulle metro e come parlare con il nulla, fanno finta di ascoltare e poi lasciano passare la buriana, oramai è noto il loro atteggiamento. Noi lo abbiamo certificato!

Poi vi è il Comune di Roma con i Sindaci susseguitisi da Veltroni, ad oggi con la Raggi, TUTTI hanno sistematicamente recitato un copione unico per tutti, in campagna elettorale promettono attenzioni particolari (sebbene dovrebbero dare solo quella "dovuta" di attenzione) della serie: ...dobbiamo iniziare a programmare... il panorama è critico e i livelli di accessibilità del trasporto pubblico scarsi....  ne risentono i disabili, ma anche gli anziani o chi ha problemi di deambulazione.... con i turisti ci perdiamo a livello di immagine... ecc... ecc...  

ATAC e COMUNE DI ROMA con la disabilità sono delinquenti seriali,  la storia di Luca non è altro che una della serie che sistematicamente avvengono e avverranno, noi di HANDIAMO! saremo sempre quì a documentarle e fare denuncie. AHIME'...